sabato 1 dicembre 2012

L'abuso di ufficio del medico dipendente pubblico


Cassazione sez. IV 24.09 - 17.10 2012 n. 40824

Integra il reato di abuso di ufficio ex art. 323 c.p. la condotta del medico, dipendente di una struttura pubblica che, all'atto delle dimissioni dei pazienti, esplicitamente li inviti presso il proprio studio professionale per la visita di controllo post-operatoria a pagamento, omettendo di informarli che possono ottenere la medesima prestazione presso l’ospedale, senza ulteriori spese.

In tale ipotesi, è evidente che ricorre l’ipotesi dell’ingiusto vantaggio patrimoniale veicolando il medico i pazienti presso il proprio studio al fine di trarne beneficio

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi dell'argomento trattato? Lascia un tuo commento.